Qualità della vita 2014: Il Sole 24 Orenel suo annuale rapporto dedicato alla qualità della vita nelle 107 province italiane, a vincere è stata la provincia di Ravenna, davanti a Trento e Modena. Premiante è stata soprattutto la qualità dei servizi, le buone possibilità legate al fare affari e trovare lavoro, l’avere una popolazione giovane (con il miglior rapporto tra under 15 e over 64, 121 contro 87).

Certo non ci sono solo luci, tra le ombre come ad esempio qualche problema sul lato della sicurezza, ma il è un dato di fatto che a dominare la parte alta della classifica sono le realtà medio piccole del centro nord Italia, che ha retto meglio anche alla crisi economica, mentre aumenta il divario con un sud sempre più in difficoltà. E la Sardegna? La nostra isola si muove tra luci e ombre, ma da segnale c’è il balzo della provincia di Olbia che malgrado l’alluvione – anche se no ncredo che gli effetti della stessa siano stati ancora contabilizzati – sale al 20/o posto assoluto (+ 33 dal al 55/o nel 2013). In miglioramento anche l’Ogliastra al 58/o (+11), Sassari – già al quarto posto al mondo tra le città col miglio clima – al 44/o e Cagliari – già seconda città più felice d’Italia – al 63/o (entrambe +4), stabile invece la provincia di Carbonia-Iglesias al 77/o (+1) ; in calo le altre province sarde Oristano perde ben 24 posizioni e crolla al 68/o posto; l’Ogliastra ne perde 15 arrivando al 58/o posto; Nuoro ne perde 10 e scende al  50/o; il Medio Campidano scende solo 6 scalini, ma si trovava già nella parte bassa della classifica e adesso cala all’81/o posto. La Sardegna quindi si trova in una posizione mediana della classifica, non eccelle, ma non occupa neanche gli ultimissimi posti, dove si trovano viceversa solo province dell’estremo sud d’Italia. Ecco la classifica completa (la fonte ovviamente è Il Sole 24 Ore).

Qualità della vita 2014: Il Sole 24 Orenel suo annuale rapporto dedicato alla qualità della vita nelle 107 province italiane, a vincere è stata la provincia di Ravenna, davanti a Trento e Modena. Premiante è stata soprattutto la qualità dei servizi, le buone possibilità legate al fare affari e trovare lavoro, l’avere una popolazione giovane (con il miglior rapporto tra under 15 e over 64, 121 contro 87).

Certo non ci sono solo luci, tra le ombre come ad esempio qualche problema sul lato della sicurezza, ma il è un dato di fatto che a dominare la parte alta della classifica sono le realtà medio piccole del centro nord Italia, che ha retto meglio anche alla crisi economica, mentre aumenta il divario con un sud sempre più in difficoltà. E la Sardegna? La nostra isola si muove tra luci e ombre, ma da segnale c’è il balzo della provincia di Olbia che malgrado l’alluvione – anche se no ncredo che gli effetti della stessa siano stati ancora contabilizzati – sale al 20/o posto assoluto (+ 33 dal al 55/o nel 2013). In miglioramento anche l’Ogliastra al 58/o (+11), Sassari – già al quarto posto al mondo tra le città col miglio clima – al 44/o e Cagliari – già seconda città più felice d’Italia – al 63/o (entrambe +4), stabile invece la provincia di Carbonia-Iglesias al 77/o (+1) ; in calo le altre province sarde Oristano perde ben 24 posizioni e crolla al 68/o posto; l’Ogliastra ne perde 15 arrivando al 58/o posto; Nuoro ne perde 10 e scende al  50/o; il Medio Campidano scende solo 6 scalini, ma si trovava già nella parte bassa della classifica e adesso cala all’81/o posto. La Sardegna quindi si trova in una posizione mediana della classifica, non eccelle, ma non occupa neanche gli ultimissimi posti, dove si trovano viceversa solo province dell’estremo sud d’Italia. Ecco la classifica completa (la fonte ovviamente è Il Sole 24 Ore).

English

 

to invest in Sardinia Quality of life 2014: Il Sole24 Orenel its anniversary relationship dedicatedto the quality of the life in the 107 Italianprovinces, to win has been the province ofRavenna, in front of Trento and Modena.Rewarding it has been above all the quality ofthe services, the good possibilities tied tomaking transactions and finding job, thepossession a young population (with the bestrelationship between under 15 and over 64, 121against 87).

Certainly not lights are alone, between theshadows as for example some problem on theside of safety, but it is a fact that to dominatethe high part of it classifies are thesmall medium truths of the center Italy north,that it has withstood more better also to theeconomic crisis, while more and more increasesthe difference with a south in difficulty. And theSardinia? Our island moves between lights andshadows, but from sign there is the leap of theprovince of Olbia that in spite of the flood  alsootherwise ncredo that the effects of the sameone have been still accounted for  salt to 20/oabsolute place (+ 33 from to the 55/o in2013). In improvement also Ogliastra to 58/o(the +11), Sassari  already to the quarter placeto the world between the cities with the mileclimate  to 44/o and the Cagliari already second happier city of Italy  to 63/o(both +4), stable instead the provinceof Carbonia-Iglesias to the 77/o (+1); indecrease the other Sardinian provinces Oristanolose 24 very place and collapse to 68/o theplace; Ogliastra loses 15 arriving to 58/o theplace; Nuoro loses 10 and comes down someto the 50/o; Middle Campidano comes downalone 6 steps, but lowland was found already inthe part of classifies and now it drops to 81/othe place. The Sardinia therefore is found in anmedian position of classifies, does not excel,but it does not occupy the last places neither,where only provinces of the extreme south ofItaly are found vice versa. Here it classifies itcomplete (the source obviously is Il Sole 24Hours).